Una storia di innovazione che attende nuovi episodi

fotoIl 2014 di O.R.I. Martin si apre sotto quel segno dell’innovazione che ha caratterizzato l’intera storia della società presente con questo marchio nel nostro Paese sin dal 1940. Risale infatti a quell’anno l’acquisizione da parte dell’imprenditore belga Oger Martin delle Officine Riunite Italiane (O.R.I.) con sede a Brescia.

Oggi l’acciaieria, specializzata nella produzione e nella lavorazione degli acciai speciali è un colosso internazionale che nel più recente bilancio ufficiale datato al 2012 ha riportato vendite per 385 milioni in larga maggioranza (cioè per l’80%) dovute ai laminati, con un utile di quasi 11 milioni di Euro.

Entro quest’anno il gruppo che conta in Italia quattro unità operative per un volume di produzione pari a 605 mila tonnellate annue è pronto a completare nuove installazioni strategiche.

Per poter proseguire il suo percorso di crescita O.R.I. Martin ha pianificato la messa in funzione di altri quattro forni di ricottura a campana Ebner e l’operazione non fa che anticipare altre novità in arrivo a cavallo tra l’anno 2014 e il 2015.

Leggi l’articolo completo sulla rivista digitale.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati