Mario Nava Spa, un successo di lunga durata

Mario Nava Spa è un’azienda attiva nel cuore della Brianza produttiva da circa sessant’anni ed è articolata in due principali divisioni. La prima si occupa in maniera pressoché esclusiva di imbutitura da nastro di metallo e di stampaggio a freddo di lamiera. La consolidata esperienza maturata in sei decenni circa di attività le ha permesso di affermarsi sui panorami internazionali fra i leader per la fornitura ai settori dell’automobile, degli elettrodomestici e dei casalinghi oltre che su quelli idraulico e sanitario. Queste prime attività si svolgono nello storico stabilimento da 6.000 metri quadrati coperti di Bosisio Parini (Lecco) che è anche il paese natale del celebre omonimo poeta settecentesco autore de Il giorno. Ma a esse si affianca la specializzazione nelle soluzioni per il mondo delle trafilerie. Al panorama in oggetto l’azienda si affaccia tradizionalmente per il tramite della sua divisione Paganoni®, la quale vede invece il suo quartier generale sorgere nel comune limitrofo di Annone Brianza dove occupa uno spazio da 3.000 metri quadrati a loro volta interamente coperti. Nata come piccola bottega dalle prerogative eminentemente artigianali l’azienda lecchese si è fatta strada sui mercati globali soprattutto in virtù dell’attenzione con cui ha sempre guardato all’innovazione e alla ricerca tecnologica con l’obiettivo di accrescere costantemente il livello qualitativo della sua offerta. Contestualmente la strategia di Nava e della stessa Paganoni si è sempre fortemente concentrata sull’evoluzione delle sue risorse umane e sull’accrescimento delle loro competenze. Sono eminentemente questi gli aspetti che hanno contribuito al conseguimento da parte di Mario Nava Spa di riconoscimenti importanti e delle prestigiose certificazioni Uni Iso 9001:2008; Ts 16949:2009 e Iso En 14001:2004. Capitanata oggi dal direttore generale Daniele Nava la società esporta il 90% di un fatturato che lo scorso anno ha raggiunto la quota di 20 milioni di euro, dovuto alle vendite dei suoi prodotti sui mercati esteri e alla professionalità dei suoi attuali 65 dipendenti.

Competenze a 360 gradi
Per quel che riguarda da più vicino le attività del marchio Paganoni le sue specialità sono sostanzialmente centrate su quattro differenti aspetti e soluzioni tecnologiche. «Siamo in grado di realizzare», ha detto il direttore generale Daniele Nava a Wire Tech World, «rivestimenti di tipo metallo-ceramico con processi al plasma; rivestimenti metallici con procedimenti a caldo oppure con procedimenti a freddo. E non da ultimo operiamo nel campo della sinterizzazione di terre rare».  Le competenze di Mario Nava e Paganoni nascono direttamente all’interno degli stabilimenti di Bosisio Parini e Annone ed è nei medesimi impianti che si svolgono i processi di produzione: «Curiamo direttamente con le nostre risorse ogni processo», ha puntualizzato Daniele Nava «a partire dagli studi di fattibilità e per proseguire naturalmente con la progettazione per conto dei nostri clienti; con l’esecuzione dei particolari attraverso la realizzazione di stampi creati appositamente; con le lavorazioni meccaniche sui centri di lavoro e infine, ma certamente non di secondaria importanza, con l’utilizzo di una serie di apparecchiature sofisticate per la misurazione delle quote e delle geometrie. Sono il risultato d’un programma di investimenti duraturo e di grande rilevanza per noi».Si tratta tuttavia di investimenti che hanno restituito ottimi frutti. Ora la società lariana può dirsi a tutti gli effetti presente nei principali Paesi industrializzati in tutto il mondo e sta conseguendo successi in aree geografiche estremamente strategiche perché in piena fase di sviluppo. Fra questi il Centro America e l’America del Sud e la Russia. Questa affermazione si basa inoltre sulla capacità di servire indifferentemente due categorie di settori industriali interessati ai suoi prodotti antiusura. «Possiamo disporre in quest’ambito di una gamma di soluzioni molto completa», ha proseguito Daniele Nava, «fra sinterizzati, rivestiti, metallo-fusionati. E per questo motivo siamo in grado di avanzare proposte per risolvere pressoché tutte le problematiche della trafilatura a secco e a bagno di metalli ferrosi oppure non ferrosi. La nostra clientela è perciò tipicamente composta da un lato dai costruttori di macchine trafilatrici e dall’altro invece dai grandi e piccoli produttori di filo».

Dalla ricerca ai marchi registrati
La divisione Paganoni di Mario Nava Spa non possiede esattamente le prerogative classiche dell’officina meccanica. «Il suo volume di affari», ha ricordato Daniele Nava, «è invece costituito in larghissima prevalenza dai rivestimenti oppure ancora dalla realizzazione di particolari sinterizzati; e per finire dalla costruzione di pezzi nuovi i quali vengono però comunque rivestiti». Il successo planetario è garantito da due specialisti della ricerca e sviluppo costantemente impegnati presso Paganoni nell’elaborazione di nuove soluzioni e inedite proposte per il mercato. Accanto ai materiali antiusura si studiano quelli antigrippaggio sempre a elevato gradiente di innovazione. «Grazie ad alcune vere e proprie partnership instaurate con clienti che potremmo definire preferenziali», ha argomentato nuovamente il direttore generale, «abbiamo la possibilità di sperimentarne l’efficacia direttamente sul campo» e quindi prima dell’effettivo lancio sul mercato. Cinque sono invece la linee di prodotto registrate con cui l’azienda di Annone Brianza si affaccia ai suoi interlocutori nei cinque continenti: Kerblack®, Wolside®, Kersint®, Niksint® e Coldside®.

Al servizio della clientela
Scendendo nei dettagli Kerblack è un rivestimento antiusura e antigrippaggio a base di ossidi di cromo per particolari meccanici usati nella trafilatura a secco di metalli ferrosi e non ferrosi. Garantisce una forte riduzione del coefficiente di attrito del filo sulle superfici rivestite e ottimizza la velocità di produzione mantenendo la qualità superficiale dei fili trattati. Consente il recupero dei particolari usurati senza alterare le parti meccaniche ridimensionando costi di produzione e tempi di consegna. È usato soprattutto per cabestani e bobine; anelli e coni di trafilatura anche per impianti di smaltatura; rulli guidafilo; pulegge di rinvio. Wolside è un rivestimento in metallo duro supercompatto fusionato ad alta qualità a base di speciali carburi di tungsteno ed altri elementi. Esso è datto ad applicazioni antiusura e antigrippaggio in impianti di trafilatura di fili metallici ferrosi e non ferrosi, ha caratteristiche analoghe a quelle di Kerblack; in più consente prestazioni elevate nella trafilatura a bagno. Kersint è un prodotto sinterizzato, non un rivestimento, realizzato per la costruzione di particolari per la trafilatura a secco e a bagno che esigono un grado di rugosità molto basso. Si tratta di un materiale ceramico super-sinterizzato a base di ossido di zirconio e minerali rari, molto resistente alla corrosione nei bagni acidi e all’usura nel tempo, che riduce notevolmente fermi macchina e manutenzioni.  E’ stato sviluppato per coni di trafilerie, gli anelli per sbozzatori di rame, carrucole e guidafili, rulli multigola per macchine multifilo. Uno speciale Kersint con una composizione particolare ha trovato diffusissima applicazione negli anelli delle vasche di ramatura. Nicksint si caratterizza come un rivestimento ottenuto mediante la deposizione di uno spessore di nichel destinato alle applicazioni antiusura. Vanta una notevole resistenza e si adatta alla ricottura in linea dei fili di rame. I più importanti particolari meccanici che Paganoni ha realizzato con il rivestimento Niksint sono i tubi per ricottori. Coldside è l’ultimo registrato fra i nostri marchi, si tratta di un rivestimento in metallo duro super-compatto di alta qualità a base di carburi di tungsteno ed altri minerali rari caratterizzato da alta resistenza all’abrasione e allo slittamento del filo. I migliori risultati si sono avuti applicando il Coldside® su cabestani di grosse dimensioni. Se tutte le tecnologie qui sopra brevemente descritte sono frutto di uno sforzo che Mario Nava Spa e la divisione Paganoni hanno portato avanti in termini di ricerca, sviluppo e investimenti sin dagli anni Settanta, altre ancora sono le competenze che l’azienda può offrire ai suoi clienti o potenziali tali: «Siamo specializzati», è quanto affermato dalla società brianzola, «nella costruzione di particolari meccanici su specifico disegno del cliente realizzando qualora possibile anche il recupero di particolari grippati con il ripristino di tutte le loro originali geometrie».

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati