Seconda edizione del Premio Canada-Italia per l’Innovazione

DiskussionSuccesso per la seconda edizione del Premio Canada-Italia per l’Innovazione: un’iniziativa nata con lo scopo di rafforzare i legami tra i due paesi nei campi della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione e che si rivolge ai ricercatori, agli accademici, agli esperti e agli innovatori italiani interessati a sviluppare le proprie ricerche con i colleghi canadesi.

I progetti di questa edizione hanno coinvolto ambiti molto importanti per il Governo del Canada, quali Energia e Ambiente, Ricerca artica e polare, Tecnologie verdi, ICT, Nanotecnologia, Sicurezza alimentare e Agricoltura sostenibile e Manifatturiero avanzato.

Il Premio Canada-Italia per l’Innovazione consiste nel sostegno per un breve viaggio in Canada durante il quale si potrà approfondire la conoscenza dei partner canadesi e sviluppare il piano d’azione della collaborazione.

I vincitori sono stati: Antonio Morandi dell’Università di Bologna per il progetto con il Politecnico di Montréal (Québec) nel settore prioritario dell’Energia e Ambiente; Carlo Giorgio Visconti del Politecnico di Milano per il progetto con l’Università di Toronto (Ontario) nel settore prioritario dell’Energia e Ambiente; Daniele Vadalà dell’Università di Catania per il progetto con la GreenScience Technologies Inc. di Toronto (Ontario) nel settore prioritario della Sicurezza alimentare e Sviluppo agricolo sostenibile; Luca Caneparo del Politecnico di Torino per il progetto con l’Università della British Columbia, Vancouver (Columbia Britannica) nel settore prioritario delle Tecnologie – informatiche – verdi e Francesco Calderoni del Transcrime (Centro interuniversitario di ricerca sulla criminalità transnazionale) dell’Università Cattolica di Milano, per il progetto con l’Università di Montréal (Québec) nel settore prioritario delle ICT.

Dichiara a proposito del premio, l’Ambasciatore del Canada in Italia, S.E. Peter McGovern: “Questo è motivo d’orgoglio per il mio Paese e incentivo a impegnarsi ancora di più nello scambio con l’Italia nei campi delle Scienze, Tecnologie e Innovazione al fine di incentivare lo sviluppo economico e la prosperità delle nostre reciproche società. Con l’entrata in vigore dell’accordo CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement) tra il Canada e Unione Europea sarà ancora più facile stabilire rapporti importanti tra Canada e Italia, e questi avranno la possibilità di crescere sempre più forti e più solidi.”

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati