Reti di impresa, ancora di salvezza per l’economia italiana

Il futuro è in mano alle imprese che fanno networking: secondo i dati raccolti da InfoCamere, la società che gestisce il patrimonio informativo delle Camere di Commercio, il contratto di rete si conferma per le aziende italiane, di qualunque dimensione siano, un’occasione importante per far fronte alle difficoltà di mercato e mantenersi competitive sul mercato.

Secondo l’analisi di InfoCamere a poco più di tre anni dalla costituzione della prima rete d’imprese, oggi sono quasi 5.900 le aziende che scelgono questa modalità di lavoro, in qualunque settore produttivo: dall’edilizia alla sanità, dal tessile alle nuove tecnologie, per un numero di contratti che al primo dicembre scorso aveva superato quota 1.200.

InfoCamere mette a disposizione del pubblico un insieme completo di dati sui contratti di rete, un vero e proprio osservatorio sulle imprese, i cui dati saranno oggetto di monitoraggio mensile sul sito registro imprese. Il servizio offre la possibilità di conoscere lo stato di un contratto di rete in ogni fase (da quella di start-up fino alla possibile evoluzione), ottenere dati economici ed effettuare analisi aggregate; la completezza e l’ufficialità delle informazioni disponibili, estratte direttamente dal Registro delle Imprese, rendono il materiale presente nel portale uno strumento di informazione economica indispensabile.

Diffusi in quasi tutte le province, le reti d’impresa sono un modus operandi di successo soprattutto nel milanese: è infatti il capoluogo lombardo a contare il maggior numero d’imprese (477) aderenti a un contratto di rete; seguono Brescia (296 aziende), Roma (229), Firenze (216) e Modena (213).

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati