Mollificio Mantovano: 60 Anni, 3 generazioni e la passione per le molle

È dall’intraprendenza di due cognati che nel 1953 nasce il Mollificio Mantovano. Sono tempi in cui di macchine automatiche non se ne vedono ancora in giro e la produzione di molle si basa essenzialmente sull’abilità manuale degli operatori. La tecnologia però è in fermento e già una decina di anni dopo l’automazione comincia ad avvicinarsi anche ai mollifici con nuovi macchinari in grado di dare una notevole impulso alla produttività.

Lo sa bene il giovane Angelo Belladelli, figlio del cofondatore Tonino, che proprio in quel periodo entra in azienda. Animato dal desiderio di far compiere alla stessa un salto di qualità egli la attrezza con le innovative proposte del mercato grazie alle quali riesce pure ad ampliare le tipologie di molle costruite.

Attraverso un continuo aggiornamento tecnologico e gestionale la ditta diventa una solida realtà del settore capace di offrire soluzioni tecniche per ogni genere di applicazione nell’ambito di svariati settori industriali: automotive, meccanica di precisione, medicale, elettrodomestico, agricoltura, oleodinamico, arredamento, elettrico, sport ecc.

L’attuale ventaglio produttivo comprende per il 40% molle a compressione, per il 30% molle a torsione e a trazione e per il restante 30% molle sagomate in filo e in nastro. Fra i materiali impiegati a farla da padrone è l’acciaio al carbonio (50%), seguito da acciaio inox (30-40%) e da diverse altre materie prime come alluminio, bronzo, rame, titanio nonché leghe speciali (Bezinal, Hastelloy, Inconel, Nimonic).

Rafforzata dal contributo della terza generazione, rappresentata da Alessandro Belladelli, nella società di Suzzara annualmente si creano circa 60 milioni di elementi elastici pari a circa 600 tonnellate di fili e nastri lavorati. 35 i dipendenti, 5 milioni di euro circa il fatturato (un po’ in calo rispetto al precedente), il 20% del quale frutto dell’export.

Aumentare la produttività attraverso investimenti mirati e un’attenta organizzazione del lavoro è la formula adottata da uno storico mollificio della provincia di Mantova per dare maggior slancio alla propria attività. E i risultati non sono mancati”.

Leggi l’intervista sulla rivista digitale

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati