Da Dimac una stazione per il controllo del trattamento termico ad alta velocità

Foto 04 OKLe macchine automatiche per il controllo, la misurazione e la selezione prodotte da Dimac possono essere equipaggiate con una o più stazioni per il trattamento termico come optional. Il controllo del trattamento termico è eseguito attraverso la modalità delle correnti parassite. Nei modelli basati su disco rotante come MCV1, MCV3 e MCV4, la stazione a correnti parassite può essere dotata di una sonda cilindrica posizionata e regolata al di sopra della testa del pezzo, oppure una sonda a U posizionata sotto la tavola, in casi particolari con una sonda a bobina che si muove lungo il gambo della vite. Sulla macchina di controllo MCV2, con guida a V inclinata, la sonda è una bobina e i pezzi scorrono all’interno della sonda lungo la guida a V. Per applicazioni di questo tipo è molto importante disporre dei campioni conformi e non conformi. La disponibilità di campioni non conformi divisi in classi di durezza è fondamentale per una regolazione precisa del dispositivo a correnti parassite che opera con il metodo del confronto dei segnali. Ogni pezzo viene scansionato utilizzando una gamma completa fino a 24 frequenze per rilevare le minime variazioni nella struttura del materiale. Dimac collabora con i più importanti produttori di apparecchiature NDT per il controllo della qualità del materiale, delle cricche e per la verifica del trattamento termico.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati