Contro la crisi, le imprese veneziane puntano sull’export

Fotolia_39299052_XLUn export da 4,1 miliardi l’anno. È il rassicurante dato diffuso dalla Camera di Commercio di Venezia che rappresenta i beni esportati dalle imprese della provincia veneta nel corso del 2013.

In sintesi, rispetto all’anno 2012, le esportazioni della provincia sono aumentate dell’1,9%, contro una crescita del dato a livello veneto del 2,8% e una contrazione dei dati nazionali pari a –0,1%. Il dato dell’export provinciale del 2013 si attesta su valori di poco inferiori a quelli registrati nel 2005.

Le importazioni della provincia di Venezia (oltre 5,2 miliardi di euro), che rappresentano il 14,1% dell’import del Veneto, segnano, dopo il boom del 2012, una diminuzione del 9,5%, dovuto principalmente alla forte diminuzione degli ordinativi interni di minerali (-51%). La contrazione del valore complessivo delle importazioni provinciali ha comportato un aumento del saldo import export che, comunque negativo, è passato da -1.766 milioni di euro a –1.141 milioni di euro.

Dati forniti da Elaborazioni Servizio Studi e Statistica C.C.I.A.A. di Venezia su dati Istat – Coeweb.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati