Calze intelligenti per atleti, e non solo

Le Sensoria Smart Socks, in questa fase iniziale dedicate al running, saranno successivamente sviluppate in versioni diverse per altre attività sportive: lo sci per permettere di valutare il corretto posizionamento del piede nell’affrontare le curve, ma anche in campo medico per il controllo di postura di persone con problemi lombari

Da tempo si parla di “tessuti intelligenti”, o smart fabric, che integrano nel tessuto di base, sia esso lana o cotone o anche materiale sintetico, degli elementi sensori, di fatto un’evoluzione delle tecnologie del filo in cui speciali nanofibre sono in grado di rilevare parametri diversi, per esempio forza, pressione, temperatura corporea o umidità. Lentamente questo filone di ricerca sta uscendo dagli ambiti di nicchia portando a prodotti commerciali fruibili per scopi anche non banali, e soprattutto a costi accettabili. E’ il caso delle Sensoria Smart Socks, calze intelligenti che hanno vinto la Wearable Technology Innovation World Cup 2012, realizzate dalla Heapsylon, azienda startup di Washington che afferma di aver reinventato il “running”, la disciplina della corsa cui molti si dedicano a scopi sportivi ma anche amatoriali. Il “sistema”, se così si può definire, è costituito da “smart fabric sensor” e da una cavigliera elettronica il cui scopo è quello di comunicare in modalità wireless i dati raccolti dai sensori a uno smartphone su cui è installata una specifica App, denominata Virtual Coach. I sensori delle calze Sensoria misurano tutti i punti di pressione per una dettagliata analisi di come avviene il contatto del piede con il suolo, e tra i parametri che sono gestiti da evidenziare anche la cadenza della corsa, le calorie consumate e, in caso di percorso in salita, il guadagno di altitudine in funzione del tempo di percorrenza. Le calze, che sono, a detta dell’azienda, confortevoli a indossarsi e tranquillamente lavabili come ogni altro indumento, per il momento sono ancora a livello di prototipo ma la commercializzazione è prevista per il 2014, ed è già stato definito un costo di vendita, circa 150 dollari, che è abbastanza accettabile per gli appassionati della corsa. Questo prodotto contiene un notevole spessore innovativo, non tanto riferibile alla parte smart fabric, per la quale vi erano già stati altri esempi nel tempo, ma per l’integrazione di soluzioni tecnologiche diverse, primariamente il collegamento wireless con smartphone e il supporto software di analsi dei dati.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati