Bosnia: nuove prospettive per le aziende triestine

Una nuova e più stretta collaborazione tra la Camera di Commercio di Trieste e Camera regionale di Banja Luka Goran RaÄiÄ: è stato il risultato della study visit della delegazione bosniaca in territorio triestino. Organizzata nell’ambito del progetto WeB – We Enforce Business, finanziato con fondi comunitari, il meeting ha permesso di fare il punto sulla situazione bosniaca e definire quali settori potrebbero essere interessanti per le aziende del Friuli Venezia Giulia.

“La Camera di Commercio di Trieste ha da oltre dieci anni un buon rapporto con la Bosnia ed Erzegovina e non mancano i progetti rivolti a questo territorio – ha detto il presidente della Camera di Commercio, Antonio Paoletti -. A causa della crisi economica il momento non è certo facile, ma ci sono aziende che guardano con interesse alle imprese bosniache per ampliare i propri mercati o estendere la rete di fornitori”.

Tra i settori industriali coinvolti, il comparto dell’ICT è quello che ha riguardato più da vicino la study visit, dato che l’obiettivo del progetto WeB è la costituzione di un’associazione delle imprese ICT, la quale opererà all’interno delle Camere della Bosnia ed Erzegovina. Durante la visita è stato quindi dato ampio spazio ad incontri diretti con realtà come Area Science Park, Assintel e DITEDI – Distretto tecnologie digitali di Udine. In questo settore il Friuli Venezia Giulia è all’avanguardia ed il livello tecnologico delle nostre imprese è infatti di grande interesse per gli operatori bosniaci, sia in chiave di trasferimento tecnologico, sia di acquisizione diretta di prodotti finiti.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati