Fibre ottiche

Come connettere diverse reti con i Media Converter

Crescono le richieste di velocità, distanza e larghezza di banda, e i Media Converter, potendo integrare cavi in rame e fibre ottiche, consentono di ottimizzare i collegamenti di rete secondo le specifiche esigenze dei diversi contesti applicativi

Media Converter: entra un filo e ne esce un altro diverso. Questa definizione molto “brutale” di un’apparecchiatura dedicata alla conversione tra media non è certo accettabile, ma può essere migliorata dicendo che si…

Una nuova fibra ottica per laser a elevata potenza

Gli scienziati dell’Istituto di Fisica e Tecnologia di Mosca (MIPT), in collaborazione con colleghi finlandesi, hanno sviluppato un nuovo tipo di fibra ottica caratterizzata da un core di diametro molto grande, che, poiché…

Come microfoni che “sentono”

Le nuove applicazioni delle fibre ottiche non smettono di stupire. Considerando che la luce che viaggia lungo il nucleo centrale di una fibra può subire molteplici cambiamenti nei suoi parametri caratteristici a seguito…

Sperimentati core liquido e solitoni

Le fibre ottiche, come noto, prevedono come base un core in silicio su cui viaggiano i segnali luminosi, un cladding o mantello (anch’esso in silicio) per contenere la propagazione dei segnali, un coating…

I collegamenti in fibra ottica

Diverse tipologie di collegamento, definite a seconda di dove la fibra ottica termina e inizia la parte in rame, hanno nel tempo permesso di creare architetture finalizzate a soddisfare specifiche esigenze di comunicazione dati.

La prima fibra ottica risale agli anni ’50, con la realizzazione di un prodotto ai tempi rivoluzionario, il gastroscopio a fibra ottica semiflessibile, mentre la fibra ottica per comunicazioni fu inventata nel 1970…

Una fibra ottica che “sente” i batteri

Le fibre ottiche hanno oramai molteplici utilizzi nelle discipline più varie, ma non si pensava certo che potessero essere alla base di dispositivi miniaturizzati talmente sensibili da percepire e misurare le forze generate…

La caratterizzazione delle fibre ottiche

Con una serie di test e misure secondo precisi standard è possibile garantire che una rete a fibre ottiche possa operare al rate di trasmissione previsto, e che possa mantenere le corrette funzionalità nel tempo

Premessa Le reti a fibre ottiche, le cui prime realizzazioni risalgono agli anni sessanta, rappresentano le fondamenta su cui sono costruite le reti per telecomunicazioni ad alta velocità. Sono individuabili tipologie diverse di…

Nanofibre per interagire con il cervello umano

Da sempre la scienza cerca il modo di investigare il funzionamento del cervello umano e l’interconnessione tra le diverse regioni, e un risultato di eccellenza è stato ottenuto da un team di ricercatori…

Trasformare l’infrarosso in luce visibile bianca

La luce visibile all’occhio umano è quella porzione dello spettro elettromagnetico che si trova tra 400 e 700 nm (nanometri) come lunghezza d’onda, mentre la radiazione infrarossa (letteralmente: sotto il rosso) si colloca…

Luce attorcigliata

Quando si accede a Internet, è quasi certo che i dati, almeno in parte, viaggino su collegamenti a fibra ottica sotto forma di segnali luminosi. Ora, è stato recentemente verificato sperimentalmente che è…

Tecnologie del Filo © 2018 Tutti i diritti riservati