Anima punta all’Australia

L’export è una voce importantissima, se non cruciale, per la meccanica italiana, tanto da esser traino all’intero settore. Per questo motivo, la Federazione delle associazioni del comparto, e cioè Anima, non può non muoversi per stimolare l’internazionalizzazione delle imprese italiane del settore.

Il 20-22 febbraio 2014 parteciperà alla ‘Australian oil & gas exhibition and conference‘, evento focalizzato sulle iniziative del Paese nell’ambito degli idrocarburi. Con particolare riferimento alle applicazioni infrastrutturali civili, la missione di Anima Oltreoceano intende dare voce alle richieste e all’interesse manifestato da una vasta serie di aziende associate. E, naturalmente, sfruttare le chance offerte da un Paese che, dopo essere cresciuto del 6,7 e del 5,7% nell’ultimo biennio, anche fra 2013 e 2014 segnerà un passo in avanti sebbene meno marcato: +3,5% è il pronostico.

L’esportazione tricolore in Australia è valsa nel primo semestre del 2013 circa 400 milioni e non è azzardato prevedere che possa toccare il miliardo. Valvolame e ventilazione industriale oltre a prodotti e tecnologie d’ambito energetico a 360 gradi sono le specialità italiane più apprezzate nel segmento aziendale; laddove macchine da caffè, rubinetteria, serrature, maniglie e attrezzature frigorifere si situano al crocevia fra le applicazioni professionali, quelle commerciali e il consumer.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnologie del Filo © 2017 Tutti i diritti riservati